JANIS JOPLIN: “I Got Dem Ol’ Kozmic Blues Again Mama!”

Registrato nel giugno del 1969 da Sy Mitchell, Jerry Hochman ed Alex Kazanegras e prodotto da Gabriel Mekler. Quando Janis Joplin morì nell’ottobre del 1970 a soli 27 anni, facendo suo il motto della Beat Generation ‘vivi in fretta, ama molto, muori giovane’, fu...

RY COODER: “Paradise And Lunch”

Registrato nel 1974 nei Warner Brothers Studios di Hollywood e Burbank (USA), da Lee Herschberg, prodotto da Lenny Waronker e Russ Titelman, ascoltare questo disco è, ancora oggi, sentirsi catapultati in un mondo diverso in cui tutto sembra più bello, forse non solo...

MARCELLO VENTURA: “Nothing More”

Ci fu un momento, negli anni ottanta, in cui fu tutto un fiorire, in Italia, di formazioni in grado di sviluppare un suono legato al movimento neopsichedelico che aveva attecchito qualche anno prima negli Stati Uniti. Diverse furono le gemme che uscirono in quel...

J.E.T.: “Fede Speranza E Carità”

Il nome dei J.E.T. non è noto solo agli appassionati di rock progressivo italiano, ma anche a un pubblico più vasto, dato che dalle loro ceneri, già a metà degli anni ’70, nacquero i celebri Matia Bazar: questa nuova incarnazione seppe rielaborare le tendenze...

BLUE OYSTER CULT: “Tyranny And Mutation”

Registrato nel 1972 ai Columbia Studios, New York City, da Tim Geelan. Prodotto da Murray Krugman e Sandy Pearlman, “Tyranny and Mutation” ci riporta nostalgicamente indietro nel tempo, a quando i dj presentavano i loro prodotti nelle radio che erano seguite allo...

TOWNES VAN ZANDT: “Sky Blue”

Qualche anno fa mi capitò di leggere un’intervista a Steve Earle, il quale dichiarava che, a suo parere, Townes Van Zandt fosse il miglior cantautore di tutti i tempi. Per quanto consideri Earle un personaggio degno di essere ascoltato e seguito giudicai, in quel...
Follow by Email
Facebook