Il giovanissimo contrabbassista toscano Michelangelo Scandroglio il 24 gennaio ha pubblicato l’album d’esordio da leader “In The Eyes of the Whale” per Auand Records. Nonostante sia poco più che ventenne, il contrabbassista può vantare collaborazioni eccellenti con colleghi d’oltreoceano, tra tutti Logan Richardson.
Si tratta di un lavoro profondamente ispirato dalla nuova corrente jazzistica contemporanea con una formazione internazionale, composta da giovani, ma già affermati musicisti. Le sette composizioni originali, tutte a firma del leader, sono caratterizzate da vari strati di melodie che si susseguono, si intrecciano e si fondono proponendo cosi all’ascoltatore un discorso in continua evoluzione. La raccolta racchiude un sound elettrico dalle melodie rockeggianti e malinconiche dei Radiohead e dei Beatles, ispirato fortemente al jazz contemporaneo di Ambrose Akinmusire e Gerald Clayton.
Una formazione compatta nella quale il piano di Alessandro Lanzoni si fonde perfettamente con il drumming aggressivo di Bernardo Guerra e la tromba dell’americano Hermon Mehari, essenziale e riflessiva, si contrappone all’energia rock del chitarrista londinese Peter Wilson con Logan Richardson, punta di diamante del jazz mondiale contemporaneo ed ospite d’onore del disco, a portare la musica in un’altra dimensione.
Dopo la vittoria del Conad Jazz Contest a Umbria Jazz 2019, che gli ha dato l’opportunità di esibirsi a JazzMi e Umbria Jazz Winter, Scandroglio si è aggiudicato il bando di Nuova Generazione Jazz, e con il loro sostegno l’album verrà presentato dal vivo in Italia nel mese di gennaio e a Londra a febbraio.


Please follow and like us: