LORD + PETRA HADEN – ‘Devotional’ cover album“Devotional” è un voto inebriante di vocalizzazioni senza parole e chitarre ronzanti. Le ispirazioni dei sei brani sono arrivate grazie dall’ascolto profondo della musica classica indiana, nonché da uno sguardo affascinato sulla vita caotica di Ma Anand Sheela e della comunità di Rajneesh.

Petra è messa in scena in sei parti sonore sullo sfondo di Greg con sfumature di ascia fluttuante e fumo di incenso per intrattenere una visione senza parole della vita di Ma Anand Sheela, famigerata assassina e feroce scagnozzo di Osho, il guru caduto in disgrazia la cui comunità ashram di Rajneeshpuram nella contea di Wasco, OR, e i loro attacchi bioterroristici alle insalate locali, sono stati oggetto di numerosi documentari TV e persino di un lungometraggio su Sheela.

Greg Anderson commenta l’album: ‘Sono estremamente felice delle registrazioni che abbiamo fatto insieme. La voce di Petra porta una dimensione completamente nuova alla pesantezza’, e Petra Haden commenta: ‘È stato così divertente suonare e cantare con SUNN O))) sul disco “ØØ Void”. 20 anni dopo, sono sul palco con loro al The Mayan Theatre di Los Angeles, cantando e suonando il bis. Ero in paradiso! Dopo lo spettacolo, io e Greg abbiamo parlato di lavorare su più musica insieme. Quando ho sentito le sue idee, avevo già delle melodie in testa. Ho registrato alcune idee a casa e da lì si sono sviluppate. Greg è un ascoltatore davvero profondo ed è così divertente lavorare con lui. Questa collaborazione mi ricorda perché amo cantare e improvvisare. Mi sento libera e felice. Ecco cos’è la musica’.

I risultati tracciano una linea sottile tra i tagli d’ascia delle dimensioni di Thor (figlio di Odino) di Sunn 0))) e la glossolalia vocale più seducente e abile.

Scambiando questo scisma di pesantezza e luce, evocano immagini di fantasmatico occulto nella title track, mentre Petra è quasi consumata dagli artigli sbranati di Anderson in “Rise to Diminish” e dal riffage dalla faccia di pietra del centrotavola di 12 minuti ” What Lies Behind Us Lies Buried Because it is Dead.” La nostra ha tuttavia il momento di brillare nell’estasi di “Ma Anand Sheela” e nel vorticare in cima a “Yaman”, e si uniscono in forma sconcertante in “The End of Absence”.

Seducente e ipnotico, “Devotional” è un intrigo dell’esplorazione, dell’estasi durante un’indagine musicale sulla miriade di modi in cui l’adorazione può attirare e inebriare l’essere umano!!!