THE SOFT CAVALRY sono un duo formato da marito e moglie, Steve Clarke e Rachel Goswell degli Slowdive e pubblicano l’album di debutto omonimo per Bella Union.
Dodici canzoni melodiche e senza tempo, un album che spazia tra le atmosfere dei Pink Floyd, Talk Talk e Mansun. Rachel la conosciamo tutti e la stimiamo per il suo lavoro con gli Slowdive, ma anche con i Mojave 3 e più recentemente con i Minor Victories. Oggi la musicista inglese ha annunciato il suo ennesimo progetto, The Soft Cavalry, una nuova band che comprende anche suo marito Steve Clarke. La sua caratteristica voce dà quella peculiarità dreamy a tutto il lavoro soprattutto al singolo apripista “Dive” un brano rock onirico dagli accenti pinkfloydiani. Grazie all’apporto del marito il lavoro non è a senso unico, ma si sposta in tutte le varie declinazioni possibili e di questo beneficia l’intero disco.
Clarke parte da composizioni in cui gli arrangiamenti sono ridotti all’osso, ma donando a ciascuna di esse un senso di spazialità. Si passa dall’electropop ricco di inflessioni R’n’B di “Bulletproof”, brano accompagnato da un videoclip in cui la Goswell affronta il tema della sordità di cui è affetto il figlio della coppia.
Brani tipicamente inglesi come “Passerby”, ad altri in cui non viene meno un aspetto drammatico fino a districarsi tra temi cinematici.
Non manca ambizione a questo album, quasi a non voler passare come sottomarca degli Slowdive!!!


Please follow and like us:
error