“Phalanx Ambassadors” è il nuovo album del pianista/compositore Matt Mitchell che Popmatters ha definito ‘il più completo e perfettamente integrato pianista dedito all’improvvisazione degli ultimi 15 anni’.
Il suo ardito nuovo lavoro propone opere che esplodono in intricati dettagli caratterizzati dalla precisa esecuzione di complessi poliritmi, con una metrica irrazionale che spazia tra avventurose esplorazioni armoniche e melodie ultraterrene. Anche se rigorosamente strutturata, la musica lascia ampio spazio all’improvvisazione.
In questa interessantissima opera il quintetto si immerge completamente nell’anomalo mondo sonoro di Mitchell, creando musiche che sfuggono a qualsiasi classificazione o comparazione. Tutto sta nella frase del nostro che afferma ‘penso alla fase compositiva mentre sto improvvisando e, contemporaneamente, durante il processo compositivo la mia mente è già orientata a come improvvisare’.
Un pianista che prosegue il solco tracciato da grandi strumentisti del passato che ebbero un posto guida nell’ambito dell’improvvisazione quali Paul Bley e Andrew Hill, che non suona derivativo, ma solo come se stesso!!!


Please follow and like us:
error