I pionieri della musica elettronica di Manchester 808 STATE tornano con il loro primo, nuovo album dal 2002, “Transmission Suite”. Registrato nell’ex centro nevralgico dell’impero radiotelevisivo di Granada nel cuore di Manchester City, il disco manifesta alcune chiare influenze del passato industrial tipico della città natale del duo, mentre altri brani rimangono improntati sulla classica techno di Detroit, riuscendo tuttavia a seguire fedele lo spirito avanguardista che ha caratterizzato tutta la loro carriera musicale.
“Stiamo cercando di creare un futuro in cui tutti gli ascoltatori possano immaginarsi” afferma Graham Massey. “I paesaggi futuristici sono sempre stati parte integrande della storia di 808 State.
”Come gruppo, gli 808 State si sono fatti strada cercando di incarnare il suono del futuro, e a distanza di 30 anni continuano a superare i propri limiti abbracciando contemporaneità e musica del passato.
Un gruppo veramente importante, i primi a intraprendere un percorso acid-house chicagoano con l’immenso “New build” del 1988, figure fondamentali nella fusione tra techno e jazz con “Pacific state” dell’anno successivo che divenne modello per Underground Resistance, fautori dell’incrocio tra elettronica post-tutto ed il pop nel loro capolavoro assoluto “Ex:El” e collaboratori in diverse situazioni e contesto con personaggi del calibro di Jon Hassell, Quincy Jones e David Bowie, che si ripresenta dopo tanto tempo alle nostre orecchie.
Massey ed il suo compare Andrew Barker tornano per rinverdire i vecchi fasti e l’operazione la possiamo considerare positiva, tempi sbilenchi e voglia di sperimentare sono ancora intatti.
Il brano d’apertura “Tokyo Tokyo” si fonda su un electrobeat stupendo su cui si innesta un sordo suono di tuba ed una litania vocale giapponese: il ritorno si annuncia al meglio. “Skylon” dà, ancora una volta, la dimostrazione della maestria dei nostri nel costruire geometriche fusioni tra jazz e techno.
Un ritorno inaspettato e per questo ancora più apprezzato per delle autentiche leggende che non sembrano voler abdicare!!!


Please follow and like us:
error