THE GABBARD BROTHERS – ‘The Gabbard Brothers’ cover albumNel 2019 il nucleo dei Buffalo Killers di Andrew Gabbard – chitarra e voce e Zachary Gabbard – basso e voce, si è unito alla band itinerante dei The Black Keys. Dopo aver girato il mondo dietro “Let It Rock”, il mondo si è chiuso e i Gabbard Brothers hanno deciso di registrare il loro primo album insieme negli studi di casa l’uno dell’altro, durante il blocco del Covid. L’omonima pubblicazione risultante su Karma Chief / Colemine Records è un mix di sforzi comodi con esperimenti leggermente lanosi mescolati.

L’atmosfera generale è piacevole e ben indossata poiché i fratelli si adattano facilmente con un tono accogliente. Il mix country-psych-folk rock ispirato agli anni ’60 è facile, mentre i musicisti si concentrano su sforzi terrosi come “Pockets Of Your Mind”, le strimpellate acustiche abbinate a lick elettronici di “Feel Better Love Better” e l’ondeggiante evasione di “Easters Child” che vira su un calliope finale per una stranezza extra.

Gli sforzi più completi hanno fatto centro su più fronti quando “Little Mama” tira fuori il trucco accurato di iniziare come uno dei primi rock dal suono dei Beatles al Cavern Club prima di trasformarsi in un successivo finale sperimentale sempre in riferimento ai baronetti. La paranoica “Said Too Much”, ispirata al lockdown, si tuffa nell’ansia con strimpellate tintinnanti e bassi ricchi, mentre la chitarra distorta e la batteria incisiva colorano la rapida “Lovin Arms”. Un momento clou accattivante, “Early Pages”, spinge il folk-rock e le fantastiche armonie sulla vita dell’ammodernamento in modo dolce.

Quelle armonie risuonano per tutto il disco ed elevano gli sforzi di base come la conclusiva “Lay Down”. Anche quando i fratelli non hanno molto da dire, vale comunque la pena ascoltare il canto, il suono e le tecniche di produzione. “Hang On, Mama”, “Yer A Rockstar” e “Gimme Some Of That” non vanno più in profondità dei loro titoli, ma ognuno galoppa, ronza o si allontana, scivolando piacevolmente.

Questa è la sensazione generale di “The Gabbard Brothers” quando i fratelli musicali hanno esaminato l’ambiente circostante, scavato nella vita familiare e hanno consegnato un debutto con un folk-rock facile e ronzante per passare il tempo armoniosamente!!!