LIFE – ‘North East Coastal Town’ cover album‘Hull e l’area circostante attraversano il nostro DNA e ci hanno modellato, resistito alle intemperie, rafforzato, abbracciato e fatto sentire accettati’, affermano. “North East Coastal Town” è la loro lettera d’amore alla città.

L’album è un inno alla parentela e alla relazione con la sua spina dorsale musicale e lirica che individua temi di amore, desiderio, bellezza, orrore, caos, orgoglio e, soprattutto, il senso di appartenenza. Dopo aver scritto e registrato questo disco, per loro era importante che quel senso di appartenenza si riflettesse anche nell’arte e quindi hanno utilizzato studi, attrezzature, strumenti e la comunità intorno per stabilire cosa significhi appartenere ad una ‘Città del Nord della costa orientale’.

Quando la pandemia ha attanagliato il mondo nel marzo 2020, i Life stavano promuovendo il loro acclamato secondo lavoro, “A Picture Of Good Health”, pubblicato nel 2019; avevano appena completato un tour di supporto nell’arena con i Kaiser Chiefs nel Regno Unito, una trionfante apparizione sul palco principale a Rockaway Beach e volato a New York per il New Colossus Festival prima di un SXSW pieno e un tour negli Stati Uniti con Idles. Sono tornati a casa con l’ultimo aereo di ritorno da New York il 17 marzo.

Sembrerebbe esserci, in superficie, un’innata contraddizione in termini di idea di una delle band punk più incendiarie del paese degli ultimi anni che realizza un disco che suona effettivamente come un inno alla propria città natale; tanti tizzoni rocciosi, storicamente, si sono scagliati contro i luoghi che li hanno formati.

In un certo senso, funziona come complemento alla loro ultima uscita. Quell’LP è sembrato una svolta, se non in termini commerciali in quelli tematici, con il frontman Mez Sanders-Green e il fratello Mick che hanno approfondito la coscienza sociale in un modo che rimane raro nell’indie rock britannico.

Ora, su “North East Coastal Town”, approfondiscono ulteriormente la salute mentale, in particolare l’ansia a tarda notte sulla lunatica “Shipping Forecast”, così come le lotte di identità su “Self Portrait” e le pressioni della vita in tournée su “Incomplete”. Le loro vite personali, però, pesano sui binari più che mai, con una coppia disarmante di canzoni d’amore davvero carine che fanno il taglio sotto forma di “The Drug” e il singolo principale “Duck Egg Blue”.

Quel cambiamento di stile nei testi si riflette nel fatto che “North East Coastal Town” è l’insieme di brani musicalmente più diversificati che i nostri abbiano mai consegnato, rimbalzando dal pop-rock melodico (“Incomplete”) alle atmosfere misurate di “Friends Without Names”. Tutto si aggiunge a una vera evoluzione per la band, che rimane una delle gemme nascoste della Gran Bretagna!!!