GUO GAN – ‘Guo Gan Swordmen Trio’ cover albumGiramondo, maestro e virtuoso dell’erhu (violino cinese a 2 corde di origine nomade) Guo Gan presenta il suo nuovo Trio.

Dopo innumerevoli peregrinazioni geografiche in cui ha portato il suo strumento a contatto con le culture musicali più inattese sparse per il mondo (Mali, Turchia, Francia, Brasile) o con i suoi dischi in solo di composizioni inedite, oppure i concept album dedicati a repertori di grandi compositori classici cinesi (come Liu Tian Hua in “Moon Night”) con questo album il nostro ritorna alle proprie radici.

Nel nuovo “Sworden Trio”, è affiancato da virtuosi di due fondamentali strumenti cinesi: Liu Yi Qing (Pipa-liuto e canto) e Chen Jian (Guzheng-cetra da tavolo e canto). Il programma include brani classici del repertorio cinese riproposti in nuovi arrangiamenti ad opera dei membri del trio e composizioni inedite di Guo Gan (7 e 9) espressione delle emozioni provate durante alcuni viaggi, come quello in cui si è recato a visitare le famose grotte di Dunhuang in Cina o durante un soggiorno alla scoperta delle musiche del nord della Francia.

Altro elemento che caratterizza questo nuovo lavoro è la presenza della voce, o più voci, raramente presenti nei suoi precedenti rilasci, ad interpretare in un paio di brani i poemi della Dinastia Tang.

Tra le circa ottanta uscite a nome del maestro sono veramente poche quelle che si occupano della musica classica cinese per cui il disco in questione, per coloro interessati ad approfondire la materia, è assolutamente indispensabile. Meravigliosi sono gli intrecci strumentali, particolarmente ricercati, che mettono in mostra una capacità non comune, mai fine a sé stessa, anzi in grado di instaurare un rapporto immediato tra strumentisti ed ascoltatori.

Le melodie create si insinuano nell’anima e sono in grado di elevare il nostro stato emotivo. Non manca una composizione di acrobazie sonore in solo (“New Horse Racing”), una metafora su un cavallo con la criniera al vento lanciato al galoppo.

Con il suono lirico e romantico del suo strumento ancora una volta Guo Gan riesce ad esaltare l’aspetto comunicativo ed emotivo delle melodie dei brani!!