CANDY – ‘Heaven Is Here’ cover albumC’è una rivoluzione in corso proprio ora nell’hardcore. Anche se il pubblico è sempre stato tra i più progressisti, la musica stessa si sentiva un po’ bloccata nel passato, dominata da atti testardi e seri che veneravano incondizionatamente gli eroi del passato. Dal 2018, però, i venti del cambiamento soffiano sulla scena. Band come Turnstile, Soul Glo e Special Interest hanno preso un’ascia per le vecchie ortodossie, aggiornando e creando interpretazioni diverse e inclusive del genere che finalmente si adattano alla comunità dei fan.

Candy è un’altra band da inserire nella lista. Originaria di Richmond, Virginia, questi quattro ragazzi sono come una sorta di vampiro energetico, che risucchia le vibrazioni di Black Flag, Nitzer Ebb e Throbbing Gristle e le sputa indietro come metalcore brutale, ma stranamente melodioso.

Come molti dei membri delle band là fuori in questo momento, anche loro non hanno assolutamente paura di contaminarsi con i playbook e le linee guida del genere.

Questo approccio ha raggiunto nuove vette in “Heaven is Here”, un album in cui Candy sembra determinata a strappare il programma e riconsiderare cosa può essere un disco hardcore. Di conseguenza, otteniamo un record che copre argomenti come il collasso sociale, la devastazione ambientale, la violenza della polizia e la corruzione istituzionale che riesce a evitare i tropi polemici associati al punk. Brani come “Human Condition Above Human Behavior”, un inno stranamente cerebrale e “Transcend the Wet”, un’entusiasmante miscela di pop industriale, metal e ipnogogico, sembrano come se evitassero deliberatamente vecchie formule.

Tutto sommato, “Heaven is Here” è un altro enorme passo avanti nella reinvenzione di sé stesso da parte dell’hardcore. Martellando contemporaneamente i segmenti più dogmatici del suono, ma mantenendo l’energia e il senso di divertimento dei fondatori, è un album che riprende l’apertura e il vigore sperimentale delle prime scene.

Dove tutto questo porterà è difficile da dire, ma finché LP lunghi come questo (mezz’ora in tutto) continueranno ad uscire, sarà una corsa piuttosto sfrenata scoprirlo!!!