Cover album MARY BRIDGET DAVIES- “Stay With Me- The Reimagined Songs Of Jerry Ragovoy”Calatasi nei panni del suo idolo giovanile Janis Joplin in un paio di apprezzate e premiate produzioni teatrali nonché protagonista, a fine anni Novanta, di un tour europeo insieme alla prima band della grande cantante texana, Big Brother and the Holding Company (con cui si esibì anche in Italia), Mary Bridget Davies dedica alla sorella morta suicida “Stay With Me”, collezione di canzoni ‘reimmaginate’ che portano tutte la firma di Jerry Ragovoy, autore di diversi brani portati al successo dalla Joplin (la famosissima “Piece Of My Heart” ripresa dal repertorio di Erma Franklin, “Cry Baby”, “Try (Just A Little Bit Harder)”) e della altrettanto celebre “Time is On My Side” incisa in origine da Kai Winding e poi da Irma Thomas ma resa famosa dai Rolling Stones.

Nativa di Cleveland, nel 2012 ha inciso un album a proprio nome, “Wanna Feel somethin’”, per l’etichetta Broadway Records, ed ora ci dona questa nuova raccolta concepita e prodotta da TJ Armand, pupillo del leggendario arrangiatore della Atlantic Arif Mardin e lui stesso un fan sfegatato di Janis. Si tratta di un’opera che include brani inediti di Ragovoy come “Master Of Disguise” (che ha per tema i pregiudizi che circondano le malattie mentali) e “The Right Of Way” accanto a nuovi arrangiamenti di classici come “As Long As I Have You”’ (Garnet Mimms, Elvis Presley), “Move Me No Mountain”, “Don’t Compromise Yourself” e “Getting In My Way” oltre a una stupenda rilettura della “Stay With Me” registrata in origine da Lorraine Ellison e reinterpretata da Bette Midler nel film del 1979 “The Rose” (che con la biografia della Joplin ha numerose attinenze).

Canzoni incentrate sui temi dell’amore, dell’abbandono e della coscienza di sé, che la Davies rivive in prima persona per trasmettere sentimenti ed esperienze intime e personali: lo stile compositivo di Ragovoy – efficacissima fusione di soul, rock e country – e l’empatico accompagnamento strumentale di musicisti come Ben Nieves (chitarra), Alfredo Guerrieri (basso), Jim Wall (batteria) e Chris Hall (tastiere) forniscono alla Davies il veicolo ideale per sfoderare la sua vocalità cruda, potente e passionale e per mettere a nudo la sua anima.

Tutto bello, ma la musica com’è direte voi! Sicuramente coinvolgente grazie alla voce della nostra che non si risparmia affatto. “Stay With Me” è da urlo, accompagnata dal classico quartetto chitarra, basso, batteria e tastiere, quindi con un impeto rock ma con accenti soul. Gli altri brani sono meno noti, alcuni scritti negli ultimi anni di carriera di Ragovoy, scomparso nel 2011: però “As Long As I Have You” era nel repertorio di Garnett Mims e l’ha cantata pure Roger Daltrey, nelle mani, e nella voce, della Davies, diventa un potente brano rock. “The Right Of Way” e “Master Of Disguise” sono altri due pezzi interessanti: il primo un blend di rock e soul mentre il secondo una ballata condotta dal piano e carica di emotività.

Un’altra figura minore dall’enorme sottobosco americano, che riesce sempre a fornirci musica che ha la caratteristica di alleviare le nostre pene!!!


Please follow and like us: