Proseguono le esplorazioni musicali di GUO GAN, ambasciatore dell’erhu (caratteristico strumento ad arco cinese) che qui incontra la baglama (liuto a manico lungo della musica anatolica) di EMRE GULTEKIN. Guo Gan virtuoso del suo strumento qui al settimo cd con Felmay, presenta con “Gobi Desert” un suo trio costituito con due validi musicisti turchi.
Nella registrazione troviamo sei composizioni originali e un brano tradizionale arrangiato da Gan per l’occasione. Nel brano di apertura, che dà anche titolo al cd, l’atmosfera creata dal suono lirico dell’erhu, in primo piano, è sostenuta dalle percussioni che non hanno la funzione di scandire il ritmo ma piuttosto di creare un ambiente “sospeso”. La melodia contrappuntata dagli arpeggi di Emre Gultekin si snoda lenta in un ambiente sonoro libero, ricco di possibilità creative ed evocative.
“Kocaoglan Pacarani” mette in primo piano la baglama di EMRE che si fa carico di interpretare la linea melodica sostenuta dal suono profondo e maestoso del bendir (percussione tipica delle cerimonie rituali dei dervisci rotanti) di LEVENT YILDIRIM.
Tutto il Cd è pervaso da una musica dall’immediata presa emotiva, evocatrice di ampi spazi e capace di suscitare e stimolare l’immaginazione dell’ascoltatore. Il suono onirico dell’erhu e quello brillante della baglama si intrecciano in una relazione paritaria e collaborano nello sviluppare un filo logico, sempre sostenuti dalle percussioni, senza che il tempo e il ritmo diventino preponderanti.
Una collaborazione, quella fra i musicisti, che data ormai diversi anni e che li ha portati ad una comprensione musicale simbiotica, nella quale i loro strumenti dialogano nelle varie composizioni per la maggior parte originali. Due brani sono a nome di Guo Gan, tre a nome di Gultekin e uno è co-firmato dai due musicisti; si aggiunge infine al programma un brano tradizionale arrangiato da Guo.
La Felmay non tradisce mai, difficilmente le sue uscite sono dischi meno che interessanti!!!


Please follow and like us:
error