Nel febbraio 2010 il leggendario musicista, poeta e autore Gil Scott-Heron pubblicava il suo tredicesimo e ultimo album in studio. Inizialmente ideato nel 2005 e alla fine prodotto dal capo della XL Recordings Richard Russell durante le sessioni di registrazione iniziate nel mese di gennaio 2008 a New York,” I’m New Here” era il primo album di Scott-Heron in tredici anni. Era, ed è ancora, un disco che rivela qualcosa di inaspettato con un autore che si spinge oltre i limiti, come ha sempre fatto, guardando oltre e sfidando le convenzioni e le aspettative.
Per celebrare il decimo anniversario di “I’m New Here”, la XL Recordings pubblica una rielaborazione unica dell’album ad opera del musicista di Chicago Makaya McCraven, il cui lavoro venne scoperto da Richard Russell dopo aver ascoltato “Above & Beyond” brano tratto dall’album del 2017 “Highly Rare”.
Rinomato e stimato come musicista, batterista, beat-maker e produttore, McCraven è considerato una delle voci più originali ed emozionanti nel panorama jazz moderno, grazie ad una serie di album come “Universal Beings”, “Highly Rare” e “Where We Come From (CHICAGOxLONDON mixtape)” pubblicati con l’etichetta di Chicago International Anthem.
Come afferma il New York Times: “Makaya McCraven è diventato una delle figure che meglio rappresentano la vitalità del jazz.”
Questo lavoro è stato registrato e prodotto nel suo home studio di Chicago con la collaborazione di una serie di musicisti. Makaya unisce la musica live improvvisata, l’elettronica e i sample a quella voce – la voce profonda e saggia di Gil Scott-Heron – creando un effetto potente. Ne risulta un album ricco, innovativo e rispettoso dell’opera originale del povero Gil e Russell, soprattutto rappresenta l’ultimo stadio di evoluzione di un album che è stato precedentemente remixato da Jamie xx nel 2011 per l’album collaborativo “We’re New Here”.
Da riscoprire assolutamente e questa raccolta ce ne da una visione contemporanea!!!


1

Please follow and like us: