JOAN OF ARC: “1984”

I Joan of Arc sono un gruppo alternativo che ho sempre ammirato. Hanno ormai tagliato il traguardo dei vent’anni di attività. La loro discografia è piuttosto sostanziosa, ma sempre alla ricerca di soluzioni nuove sia in ambito di suoni che nella forma delle canzoni....

CHRCH: “Light Will Consume Us All”

Il secondo album dei californiani Chrch, quintetto che, dopo l’ottimo Unanswered Hymns del 2015, approda su Neurot Recordings proponendoci tre brani immersi in un suono doom e sludge condotto su grandi dialoghi chitarristici ed atmosfere tesissime. Il brano...

YOB: “Our Raw Heart”

Dalla tragedia al trionfo, l’incredibile, ottavo lavoro degli YOB è stato concepito in concomitanza di circostanze che hanno lasciato il frontman Mike Scheidt quasi morto. Colpito da una dolorosa e potenzialmente letale malattia intestinale, Scheidt è stato...

LUMP: “Lump”

Ci sono occasioni che sembrano create ad arte per fare in modo che il prodotto finale possa essere quanto di più appetibile per un pubblico di impronta indie. Potrebbe sembrare il caso dei Lump, gruppo composto da Mike Lindsay (Tunng, Throws) – un prolifico...

MAZZY STAR: “Still”

Dopo più di quattro anni i Mazzy Star tornano sulla scena musicale con l’EP “Still”. L’EP contiene 4 tracce, di cui 3 inedite e una versione alternativa di uno dei brani di maggior successo della band, ‘So Tonight That I Might See’. Nati nel 1987 i Mazzy Star sono...

ORVAR SMARASON: “Light Is Liquid”

L’occhio su questo disco è stato spinto dal fatto che l’etichetta che lo pubblica è la Morr Records. Solo in un secondo tempo mi è ritornato in mente che Smarason faceva parte dei Mum, uno dei gruppi più importanti apparsi sul suolo islandese negli ultimi vent’anni....
Follow by Email
Facebook
SHARE