THURSTON MOORE: “By The Fire”

Uscito a fine settembre sulla sua etichetta Daydream Library Series, “By The Fire” è il nuovo disco del Thruston Moore Group. Assieme all’ex-Sonic Youth troviamo nuovamente Deb Googe dei My Bloody Valentine al basso e alla voce, Jon Leidecker aka Wobbly dei...

AUTOTELIA: “I”

Collaborazione che vede scendere in campo due menti finissime della nuova psichedelia britannica: Demian Castellanos degli Oscillation e Tom Relleen dei Tomaga. Un suono fortemente esplorativo, in cui elementi di musica cosmica e post-industriali vanno a sorreggere la...

BOB MOULD: “Blue Hearts”

Ogni volta che esce un nuovo disco di Bob Mould non so mai come comportarmi, nel senso che non ho apprezzato tutto quanto l’ex Husker Du ha prodotto nel corso della propria carriera solista. Ultimamente il buon Bob ha ritrovato una serenità interiore dovuta al fatto...

BULLY: “Sugaregg”

Un vecchio detto afferma che la vera salvezza arriva da noi stessi. In effetti, il terzo album di Bully, “Sugaregg”, avrebbe potuto rimanere irrealizzato se Alicia Bognanno non avesse affrontato i suoi demoni e revisionato totalmente il suo processo creativo. Il nuovo...

AZITA: “Glen Echo”

Azita Youssefi è un nome che mi lega ad una stagione musicale di profondi cambiamenti avvenuta negli ascolti. Era intorno alla metà degli anni novanta che mi sentivo leggermente annoiato dall’ascoltare generi musicali vari, ma sempre legati ad un formato classico, per...

IDLES: “Ultra Mono”

L’esordio del 2017, “Brutalism”, fu un fulmine a ciel sereno, un disco che mescolava rabbia punk con un certo sarcasmo e affrontava in modo diretto e deciso la situazione politica inglese, quella della gente comune, la loro rabbia, il dolore e una certa impotenza di...