PERE UBU: “The Long Goodbye”

Per lungo tempo i Pere Ubu sono stati la mia ossessione. Il motivo è da addebitarsi al fatto che non riuscivo a trovare nulla dei loro dischi, per la precisione dei loro primi cinque album, quelli del periodo classico, che li fecero diventare una leggenda del...

METZ: “Automat”

METZ, il nostro amato trio punk‐noise di Toronto (Canada), domina i palchi di tutto il mondo da oltre 10 anni. Durante questo tumultuoso lasso di tempo il gruppo, formato da Alex Edkins, Hayden Menzies e Chris Slorach, ha cementato la propria reputazione come una...

THE FLAMING LIPS: “King’s Mouth Music & Songs”

Come ogni gruppo che ha scritto pagine importanti nella storia della musica, i Flaming Lips hanno attraversato tanti diversi periodi sonori. Se dovessimo, però, classificarli in una parola direi che il termine più consono sarebbe psichedelia. Facile, ma perfettamente...

BLACK MIDI: “Schlagenheim”

La stampa di settore britannica è sempre stata abile nel creare hype attorno a giovani band o solisti, salvo poi stroncarli alla prova del secondo disco. Questo è il motivo per cui mi sono avvicinato ad esordienti inglesi con molta cautela, temevo sempre che poi si...

THESE NEW PURITANS: “Inside The Rose”

Per un Gruppo in ascesa restare fuori dal mercato per sei anni risulta essere, oggi, una mossa controproducente, soprattutto se “Field of reeds” è considerato uno dei capolavori certificati di questo decennio. Non sono mancati problemi al gruppo che, parzialmente,...
Follow by Email
Facebook