Ad appena cinque mesi dalla pubblicazione di quell’”U.F.O.F.” uscito a maggio 2019 accolto da critiche positive, l’alternative folk band Big Thief pubblica un nuovo album, intitolato “Two Hands”.
La frontwoman Adrianne Lenker ha detto che questi del quarto disco in studio sono gli inediti “di cui sono più orgogliosa; posso immaginare di cantarli quando sarò vecchia. Musicalmente e liricamente, non puoi scomporlo molto più di così. È già pelle e ossa.”
Il Sonic Ranch Studio è situato ad ovest di El Paso, praticamente lungo il confine con il Messico, sta assumendo un importante ruolo per quanto riguarda tutto il nuovo rock americano. Sarà la natura in cui è immerso, 3000 acri di alberi di noce pecan, il cielo che sa solo essere orizzontale e la distesa desertica dell’ovest fanno da contorno all’inquietudine che sta avvolgendo il cantautorato stelle e strisce. Non a caso è lo studio che ha dato i natali all’ultima fatica di Bon Iver. Ora è la volta dei nostri dare forma ad un disco che è l’esatto contrario del precedente. Tanto curato e stratificato il primo quanto scarno risulta la nuova opera.
I pezzi sono stati presi tra gli inediti già eseguiti dal vivo e da brani nuovi composti per l’occasione. Hanno disposto gli strumenti in cerchio e registrato in presa diretta, così sono nati i loro “Basement Tapes”. Non ci sono sovraincisioni, solo la concretezza di melodie spoglie da inutili orpelli.
Quello che si materializza alle nostre orecchie è la voce di Adrienne, mai così dissonante e la ruvida coralità strumentale. “Not” è una esplosione elettrica che sembra quasi di ascoltare il Neil Young di “Zuma”, l’assolo inserito in “Wolf” richiama alla mente le polverose note che sa centellinare il miglior Ry Cooder.
È un disco rivoluzionario, politico e sociale come si percepisce nella circolarità di “Forgotten eyes”, e nella scossa che assesta “Shoulders”.
È bello che, come accadeva in passato, una band che sente il bisogno di esprimere la propria creatività non si senta frenata da vincoli di marketing, ma dia sfoggio della sua prolifica ispirazione!!!


Please follow and like us:
error