“The Time for Peace Is Now” compila 14 brani che, pur se registrati oltre 40 anni fa, sono più attuali che mai. Le tracce sono un sottoinsieme del gospel degli anni ’70; non parlano direttamente di Gesù o Dio, ma affrontano invece il modo in cui viviamo con noi stessi e gli uni con gli altri. Sono brani appassionati, profondi, estratti da oscuri 45giri nascosti in soffitte, cantine disseminate in tutto il sud degli Stati Uniti.
Compilato dal guru del gospel Greg Belson, questo album riflette sulla dicotomia tra sacro e secolare.
La musica qui è in un certo senso la stessa musica che si sente nei club. “Keep Your Faith to the Sky” potrebbe far venire in mente “Keep Your Head to the Sky” di Earth, Wind and Fire.
Ascoltare “It’s Hard to Live in This Old World” e “That’s a Sign of the Times” permea il pessimistico/realistico senso di ciò che stava accadendo. Come molti brani blues, il problema deve prima essere rivelato per poterlo risolvere.
Alla fine di “The Time for Peace Is Now”, la speranza è ancora ben presente. Il problema viene evidenziato all’inizio e ne viene presentata una soluzione.
L’edizione CD contiene un libretto di 36 pagine con note estese di Jonathan Lethem (Fortress of Solitude) e Robert Darden.
L’edizione LP ha un pamphlet della chiesa del Pastore Keith L. Whitney.
Un’opera per chi ancora prova piacere all’ascolto tradizionale davanti ad uno stereo, si astengano coloro che utilizzano file dal computer o peggio ancora dagli smartphone!!!


Please follow and like us:
error